Dedicato agli scialpinisti, a quelli a cui piace salire godendosi il panorama senza correre, a quelli che odiano la sveglia all’alba, ma amano il fruscio delle pelli sulla neve, a quelli che il bosco lo preferiscono fitto, fitto, a quelli che usano ancora la bussola e la cartina, a quelli con lo sci leggero, ma che in discesa faccia divertire, a quelli che nello zaino un panino al salame lo mettono sempre che non si sa mai, a quelli che ci fanno stare ancora una curva, a quelli come noi.